Logo dell'associazione Salta direttamente ai contenuti
Le uova

Le uova sono una validissima fonte nutrizionale ricca di molti principi nutritivi ben bilanciati fra loro. Contengono tutti i composti necessari per formare un nuovo organismo: lipidi (trigliceridi, fosfolipidi, steroli), proteine (aminoacidi), sali minerali (calcio, ferro, zolfo, potassio, fosforo), vitamine (vit. A, vit. B1, vit. B2, vit. Dl, vit. PP), ecc.

Le uova sono da sconsigliarsi solo in alcuni casi di ipercolesterolemia (alta presenza di colesterolo nel sangue). Infatti in un organismo sano, esse non producono effetti dannosi, anzi danno vantaggi quali un bilanciato apporto di aminoacidi (minore carico epatico).

Le uova favoriscono poi un'opportuna sollecitazione della cistifellea (delle sostanze contenute nell'uovo stimolano indirettamente la contrazione di questo organo garantendo una normale digestione). Va ricordato inoltre che le vitamine contenute nelle uova resistono bene al calore della cottura e non vengono disattivate in modeste quantità. In pratica l'uovo è un'unica grande cellula ed un alimento lipoproteico (cioè lipo=lipidi e proteine) dove si distinguono chiaramente il guscio (costituito da carbonato di calcio e magnesio, fosfato di calcio e magnesio, cheratina), l'albume (costituito da proteine) ed il tuorlo (costituito dai trigliceridi, fosfoproteine, lecitine, lipoproteine, proteine, sali minerali, vitamine, glucidi). Due uova da 60 grammi corrispondono a circa 100 grammi di parte commestibile (albume e tuorlo) e contengono proteine, lipidi, glucidi, corrispondenti a 150 chilocalorie (Kcal o Cal). In commercio le uova vengono classificate con delle lettere dell'alfabeto in base alla freschezza (A= uova fresche, B= uova conservate, C= uova per industrie alimentari), ed alla dimensione o peso (1 = + di 70 g, 2= meno di 70 g, e cosi via dall'uno al sette).

Le uova le ritroviamo in diversi alimenti quali la maionese, lo zabaione, nei biscotti, nelle colombe, nei pandori, nei panettoni, nei gelati, nei dolci, ecc. Importante è conoscere che le modalità di preparazione delle uova in cucina ne condizionano il contenuto calorico ed in colesterolo. Le uova fresche hanno (valori medi indicativi su 100 grammi) 194 Kcal con 0,21 g di colesterolo; le uova sode hanno 153 Kcal con 0,17 g di colesterolo; se fritte il condimento ne aumenta i valori fino a 287 Kcal e 0,25 g; nella frittata con erbe abbiamo 230 Kcal con 0,69 e nella frittata con formaggio 235 Kcal con 0,51 g. Il tipo di cottura ne condiziona quindi il contenuto calorico, la digeribilità ed il contenuto in grassi (colesterolo). In conclusione le uova rappresentano il migliore alimento per quanto riguarda l'apporto aminoacidico della dieta, risultando ricco e ben proporzionato in modo da non presentare squilibri o mancanze. L'ideale è abbinare al consumo delle uova una quantità di glucidi provenienti da pasta o riso nelle corrette quantità caloriche.

 

Notizia letta: 1411 volte
inserita il: 30/10/2006