Logo dell'associazione Salta direttamente ai contenuti
Origami

Origami (da ori, piega e kami, carta) è il nome di una tecnica che insegna a piegare un foglio di carta per ottenere, senza tagliare o incollare, modelli di animali, fiori, scatole, oggetti decorativi e geometrici. e' una tecnica e un arte che si è sviluppata nei secoli scorsi in Oriente. Le origini della piegatura della carta in Giappone risalgono al periodo Heian. A quell'epoca la carta fatta a mano era materiale raffinato e prezioso, che veniva usato in occasioni particolari, soprattutto nelle cerimonie religiose. Le prime figure furono simboli astratti, esposti nei templi nei quali si materializzava la divinità invocata. Nei periodi Kamamura e Muromachi, l'affermazione di alcune sette buddiste, quali lo Zen, favorì l'introduzione di alcune regole di etichetta, che si ritrovano ad esempio nella cerimonia del tè (chano-yu) e nell'arte del disporre i fiori (ikebana). Nei periodi Momoyama ed Edo l'origami perse gradualmente il suo carattere di arte cerimoniale riservata a pochi iniziati e divenne un passatempo popolare.
Furono inventati molti modelli, divenuti poi classici; fra questi la gru giapponese (tsuru), simbolo tradizionale di lunga vita. L'origami giunse in Europa alla fine del 1700. Non sarebbe giusto affermare che l'Europa non praticasse la piegatura della carta, gli spagnoli vantano una scoperta autonoma che chiamano pajarita, ma a parte rare eccezioni le piegature erano fatte su tessuto forse perchè la carta era un materiale prezioso e raro. Friedrich Froebel, il grande pedagogo tedesco, creatore del primo asilo infantile, utilizzò la piegatura della carta come metodo didattico per insegnare ai bambini alcune semplici regole di geometria. Ma l'origami ebbe uno sviluppo rapido dopo la seconda guerra mondiale, grazie all'opera di alcuni artisti, primo tra tutti il maestro Akira Yoshizawa , che ebbero sviluppato un tipo di origami "creativo", teso alla realizzazione di modelli nuovi e svincolati dalla tradizione. Si è sviluppato in questi anni l'origami modulare, si tratta di costruire con le classiche regole dell'origami, un certo numero di moduli uguali (o anche diversi) e poi di incastrarli fra loro, in modo da formare delle costruzioni geometriche regolari, che si sviluppano nel piano e nelle tre dimensioni.

 

Notizia letta: 1859 volte
inserita il: 31/10/2006