Logo dell'associazione Salta direttamente ai contenuti
katakana - traslitterazione-

Molti simboli sono uguali a quelli dell'hiragana (normalmente quando i suoni coincidono con quelli della lingua giapponese), mentre ci sono in più tutti i suoni che i giapponesi non conoscono.

Qualche nota per intendere la tabella. In minuscolo prima dell'uguale trovate il suono straniero (es.: sche, scia, ecc.). In maiuscolo dopo l'uguale, il fonema del katakana da utilizzare (es.: CHI è il fonema che si legge "ci" e non "chi"). In minuscolo dopo l'uguale, il fonema da utilizzare scritto però più in piccolo (es.: CHI+e, significa il fonema CHI e di fianco in piccolo il fonema "e". Il risultato si legge "ce" o "cie").

Quando troverete KKU+a per il suono cqua significa che il fonema KU è raddoppiato e si raddoppia con il fonema "TSU" scritto in piccolo prima del fonema da raddoppiare, quindi KKU+a è come scrivere il fonema "tsu" (piccolo), il fonema "KU" (grande) e il fonema "a" (piccolo) con il risultato KKU+a che si legge "cqua". Come vedete per raddoppiare i fonemi del katakana si usa lo stesso fonema dello hiragana (lo TSU). Chiaramente per raddoppiare in hiragana si usa lo TSU dello hiragana e per raddoppiare in katakana si usa lo TSU del katakana.

Per trasformare il FU (unico fonema con la F) in FA, FI, FE, FO si scrive il fonema FU e a lato in piccolo la vocale che vi serve a parte la U poichè; logicamente FU va già bene.

Quando alla lettera V troverete VU+a sappiate che per fare il VU bisogna prendere la U del Katakana e nigorizzarla. Il risultato è il fonema VU al quale aggiungendo di fianco il fonema "a" in piccolo otterrete VU+a che si legge "va". Stessa cosa per VI, VE, VO, mentre per VU basta nigorizzare la U.

Nella prima colonna trovate una breve descrizione della lettera che si traslittera (es.: z dolce è la Z di Zorro; z dura è la Z di grazie).

 AEIOU
b ba
BA
be
BE
bi
BI
bo
BO
bu
BU
c dura ca
KA
che
KE
chi
KI
co
KO
cu
KU
c dolce cia
CHI+a
ce(cie)
CHI+e
ci
CHI
cio
CHI+yo
ciu
CHI+yu
d da
DA
de
DE
di
DE+i
do
DO
du
DO+u
f fa
FU+a
fe
FU+e
fi
FU+i
fo
FU+o
fu
FU
g dura ga
GA
ghe
GE
ghi
GI
go
GO
gu
GU
g dolce gia
JI+a
ge(gie)
JI+e
gi
JI
gio
JI+yo
giu
JI+yu
gli glia
RI+a
glie
RI+e
gli
RI
glio
RI+yo
gliu
RI+yu
gn gna
NI+a
gne
NI+e
gni
NI
gno
NI+yo
gnu
NI+yu
h ha
A
  hi
I
ho
O
 
l la
RA
le
RE
li
RI
lo
RO
lu
RU
m ma
MA
me
ME
mi
MI
mo
MO
mu
MU
n na
NA
ne
NE
ni
NI
no
NO
nu
NU
p pa
PA
pe
PE
pi
PI
po
PO
pu
PU
qu qua
KU+a
que
KU+e
qui
KU+i
quo
KU+o
 
cqu cqua
KKU+a
cque
KKU+e
cqui
KKU+i
cquo
KKU+o
 
r ra
RA
re
RE
ri
RI
ro
RO
ru
RU
s sa
SA
se
SE
si
SU+i
so
SO
su
SU
sc dolce scia
SHI+a
sce
SHI+e
sci
SHI
scio
SHI+yo
sciu
SHI+yu
sc duro sca
SU+KA
sche
SU+KE
schi
SU+KI
sco
SU+KO
scu
SU+KU
t ta
TA
te
TE
ti
TE+i
to
TO
tu
TO+u
v va
VU+a
ve
VU+e
vi
VU+i
vo
VU+o
vu
VU
z dura za
TSU+a
ze
TSU+e
zi
TSU+i
zo
TSU+o
zu
TSU
z dolce za
ZA
ze
ZE
zi
ZU+i
zo
ZO
zu
ZU

 

sillabe pure
a i u e o
ka ki ku ke ko
sa shi su se so
ta chi tsu te to
na ni nu ne no
ha hi fu he ho
ma mi mu me mo
   
ya   yu   yo
ra ri ru re ro
       
wa        
       
n        
ga gi gu ge go
za ji zu ze zo
   
da     de do
ba bi bu be bo
pa pi pu pe po

 

sillabe composte
   
kya   kyu   kyo
 
sha   shu she sho
 
cha   chu che cho
 
nya   nyu gne nyo
   
hya   hyu   hyo
   
mya   myu   myo
   
rya   ryu   ryo
 
kwa wi   we wo
   
gya   gyu   gyo
 
ja   ju je jo
     
  di du    
   
bya   byu   byo
   
pya   pyu   pyo
     
  ti tu    
 
tsa tsi   tse tso
 
fa fi   fe fo
va vi vu ve vo

Alcuni esempi

(Milano): le sillabe con la "L" non esistono, al loro posto si usano quelle con la "R";

(Siena): la sillaba "si", non esistendo, viene scritta con ;

(Pisa): in questo caso si usa ( si usa, ad esempio, per Sassari);

(Roma): si scrive un trattino per indicare l'allungamento della sillaba che lo precede;

(Pescara): in questo caso la "u" della sillaba è muta;

(Sorrento): si scrive un piccolo per indicare la doppia che lo segue;

(Vinci): ricordarsi che la sillaba trascritta con chi si pronuncia "ci";

(spaghetti): la sillaba trascritta con ge si pronuncia "ghe";

 

Notizia letta: 4330 volte
inserita il: 18/12/2006