Logo dell'associazione Salta direttamente ai contenuti
"Per un movimento violento del corpo, un movimento gentile dei piedi; per un movimento violento dei piedi, un movimento gentile del corpo"

In alcune parti della danza No si deve sollevare una gamba e batterla giù, ed in questo caso i manufatti di terraglia posti sotto il palcoscenico, possono servire come cassa di risonanza ampliandone il suono rendendolo simile a quello di un tamburo. A volte però, il piede dell'attore batte a terra senza produrre nessun tipo di rumore; questo è il genere, inaspettato, di opposti che può rendere la danza No molto drammatica ed appassionante da vedere. Zeami scrisse molto su questo contrasto di due opposti fusi in un'unica e misteriosa armonia. Questo contrasto si esprime spesso nella differenza fra il movimento della parte superiore e di quella inferiore del corpo.

 

Notizia letta: 850 volte
inserita il: 12/01/2007