Logo dell'associazione Salta direttamente ai contenuti
Karate Tradizionale

Il Karate Tradizionale è nato in Giappone come arte di autodifesa, esso si basava sul principio della difesa senza armi, utilizzando totalmente il corpo, e richiedeva i seguenti requisiti essenziali:

  • sufficiente forza d'impatto per annullare l'attacco avversario;
  • economia di movimenti, combinata con la massima forza d'impatto, così da contrastare e respingere sia gli attacchi di diversi avversari che quelli di sorpresa;
  • controllo delle emozioni e corretta esecuzione di tecniche appropriate in situazioni critiche;

Allo scopo di ottenere i suddetti requisiti, era necessario acqisire:

  • sufficiente disciplina mentale ed intenzione di ottenere dal corpo il totale impegno muscolare per un preciso scopo;
  • movimento globale del corpo al fine di generare, in un preciso istante, la massima concentrazione di potenza nel minor tempo possibile.

 

Il Karate Tradizionale prevede l'esecuzione di tecniche di abilità mantenendo un autocontrollo psico-fisico. E' basato sul concetto di continue ripetizioni, alla costante ricerca della migliore esecuzione. Le tecniche, eseguite in maniera ottimale, eliminano i movimenti non essenziali allo scopo di incrementare al massimo la potenza. La continua ricerca, unitamente al minor numero di movimenti utilizzati per il massimo rendimento, sono gli elementi fondamentali che rendono il Karate Tradizionale un'Arte Marziale.

 

Notizia letta: 1894 volte
inserita il: 17/01/2007