Logo dell'associazione Salta direttamente ai contenuti
Piccolo dizionario Giapponese-Italiano
Digitare parte del termine per cui eseguire la ricerca
Verranno trovate tutte le parole che contengono la stringa inserita
Termine
 
Termine Descrizione
BE Con questo nome sono indicati contadini, piccoli artigiani, vasai, scribi, che in epoca precedente al periodo Nara costituivano la servit delle famiglie aristocratiche, o uji.
BENTOBAKO Scatola contenente cibo freddo (bento), che si acquista presso rivenditori o che si prepara a casa, e che si consuma ovunque (al lavoro, a teatro, in viaggio, etc.). La nostra gavetta.
BO Bastone lungo (da 1,60 a 2,80 m.)
BODHIDHARMA Nome sanscrito, vedi Daruma.
BODHISATTVA Nome sanscrito. vedi Bosatsu.
BOKKEN Spada lignea per esercitarsi nel Kendo. Anche kinai.
BON Commemorazione buddhista delle anime dei defunti, cade tra il 13 e il 16 luglio (in alcune zone in agosto).
BONSAI Lett. "pianta sul vassoio", albero nano, vegetazione di taglia ridotta. L'arte di miniaturizzare gli alberi venne introdotta dalla Cina nel XIII secolo, contemporaneamente al t, all'arte del disegno a inchiostro e al buddhismo Zen.
BOSATSU Termine del buddhismo mahyna che significa individuo illuminato. Individuo che ha raggiunto le soglie del satori, o nirvana, e che rimanda la sua completa salvezza per salvare altri esseri umani.
BU Arti marziali, del guerriero, contrapposte a quelle del letterato e dell'amministratore, dette bun.
BUDDHNUSMRTI Nome sanscrito, vedi Nenbutsu.
BUN Arte del letterato e del burocrate amministratore dello stato.
BUNGEI-SHUNJU Importante rivista letteraria, fondata nel 1923 da Kikuchi Kan. Nel comitato di redazione lavoravano Kawabata Yasunari e Akutagawa Ryonosuke.
BUNKAI Lett. "smontaggio", nel karate usato con il senso di applicazione.
BUNRAKU Appellativo corrente del teatro di marionette di Osaka, per il quale furono composte le grandi opere del repertorio classico dei secoli XVII e XVIII, comprese la maggior parte di quelle di Chikamatsu Monzaemon (1653-1724).
BURAKU Ghetti, zone abitate da cittadini di second'ordine.
BURAKUMIN Let. "gente di campagna", dediti a lavori ritenuti, dai buddhisti, impuri: macellazione della carne, trasporto dei rifiuti. In Giappone sono due milioni e mezzo i burakumin a cui vietato per esempio svolgere certe professioni o sposare un non-burakumin.
BUSHI Guerrieri, soldati, del periodo medioevale. Pi tardi vennero designati indistintamente con il termine samurai.
BUSHIDAN Banda armata composta da bushi. Nate agli inizi del X sec. nel corso del tempo le maggiori si raccolsero intorno ai condottieri di fama nazionale. I maggiori furono quelli dei Fujiwara, dei Taira (condottiero Heike) e dei Minamoto (condottiero Genji).
BUSHID Lett. "strada del guerriero". "D" significa via, disciplina. Tre erano i modi per diventare un valoroso guerriero: 1) arti marziali; 2) devozione morale nel proprio servizio; 3) abnegazione davanti a qualsiasi sforzo e sacrificio.
BUTSUKARI Esercizio di studio delle tecniche in movimento. Detto anche ushi-Komi
CHA Il te, la bevanda
CHA NO YU Lett. "acqua calda del t", cerimonia del t. Il t fu introdotto nel IX sec. ma si diffuse nel XIII con il buddhismo Zen. I monaci usavano il t come antidoto al rigore della vita. Fu inventato nel periodo Momoyama (1573-1615).
CHAD Lett. "via del t".
CHAN Nome cinese, vedi Zen.
Risultati da 26 a 50 di 559 totali «Precedente  [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23]   Successiva»